L’attività del Giudice di Gara di Atletica Leggera non si racchiude solo nell’ambito e nell’arco temporale delle gare. Siano esse più o meno impegnative a seconda del livello di importanza o articolate su un giorno o più giorni di competizione. Benchè siano esse stesse banco di prova e fonte di esperienza per ogni giudice, non potrebbero essere affrontate senza la necessaria preparazione teorica e approfondita conoscenza del regolamento tecnico internazionale. Questo al di là di quanto prevede il regolamento dei Giudici di Gara. Ovvero i necessari ed obbligatori passaggi attraverso i vari livelli. Dall’iniziale Giudice Ausiliario fino alla qualifica di Nazionale o addirittura Internazionale. Passando per lo zoccolo duro e più corposo dei Giudici Provinciali e Regionali. L’impegno della Commissione Tecnica Regionale è quello di assicurare la necessaria formazione nonché l’aggiornamento di uno dei Gruppi Giudici più importanti in Italia. Spesso impegnato in competizioni di carattere nazionale ed internazionale. Vedi Golden Gala o Maratona di Roma. La premessa per portare ad esempio il risultato ottenuto recentemente da quattro colleghi del Lazio che hanno acquisito la specializzazione di Giudice di Marcia Regionale. Complimenti ed auguri quindi a Erika Colledanchise (GGG Latina), Katia Doddo (GGG Viterbo), Stefano Peron (GGG Rieti) e Anna Maria Santarelli (GGG Latina). Complimenti più che meritati visti gli elevati punteggi ottenuti all’esame finale. Un ringraziamento anche alla passione e all’impegno del Tutor Alessandro Babolin, Giudice di Marcia Nazionale e componente del Gruppo Tecnico di Marcia Nazionale. Da sottolineare l’importanza dei prossimi impegni. Il 13 novembre 2021 ci terrà la seconda sessione di esami per l’acquisizione della qualifica di Giudice Regionale. Contestualmente, per chi già è in possesso della qualifica di GR, ci saranno le prove di esame per ottenere la specializzazione di RNS e UTR. Ricordiamo infine che entro il 10 settembre 2021 i Fiduciari Provinciali dovranno comunicare al Fiduciario Regionale Franco Di Pietro i nominativi dei colleghi Giudici, interessati a sostenere il test di ammissione al corso di Giudice Nazionale 2022, aventi i seguenti requisiti:

  1. Aver maturato un’anzianità minima di 3 anni consecutivi di tesseramento (compreso anche l’anno 2021 ove necessario) nel Ruolo Regionale (GR, UTR, exUGR, GPR, GMR, RNS);
  2. Non essere nati prima del 1 Gennaio 1969;
  3. Aver prestato costante attività in provincia e regione negli anni 2019-20, nel rispetto del numero minimo di presenze previsto dall’Art.7.3 del Regolamento GGG.

Ma la formazione e l’aggiornamento non si esauriscono in queste date appena accennate. Per rendere costante e produttivo il processo di apprendimento e verifica, basato anche su un confronto dialettico, occorre adottare una strategia di work in progress. Pertanto sono previste una serie di iniziative articolate in giornate di formazione, di carattere generale e destinate a tutti. A fianco a queste ci saranno degli incontri a carattere settoriale destinate alle varie specializzazioni. Tematiche ed indicazioni più precise saranno fornite man mano che saranno individuate date e locations in cui organizzare gli eventi.