Sempre in questo fine settimana appena trascorso altro teatro di gara in quel della Tuscia e che ha visto impegnato il GGG di Viterbo. Alle prese con un doppio appuntamento con gare su strada e in pista. Sulla distanza dei 9,8 chilometri si è snodata la 13^ edizione del "Trofeo dei Falisci" con partenza ed arrivo a Civita Castellana (VT). Le corse su strada hanno sempre un fascino particolare e anche difficili da gestire in particolare in questo periodo con il rispetto dei protocolli per il contenimento della pandemia da Covid 19. Comunque tutto è filato liscio. 103 partenti e 2 giudici. Starter d'onore il primo cittadino di Civita Castellana. assistito dallo starter GGG. Per la cronaca, in campo maschile la vittoria è andata a Yaya Bouduma della Sabina Marathon Club e per le donne a Paola Patta della Podistica Solidarietà. Tutti i particolari nell'articolo sul sito regionale FIDAL al link http://lazio.fidal.it/content/Trofeo-dei-Falisci-2021-vincono-Bouduma-e-Patta/135592. Per la cronaca Yaya Bouduma è anche Giudice di Gara Provinciale e da quest'anno tesserato con il GGG di Rieti. Ma dicevamo di Viterbo. Sulla pista del Campo Scolastico erano in programma il Mennea Day e la 3^ prova del Trofeo Regionale di Marcia "Fulvio Villa". 107 in tutto gli atleti in gara e 14 i Giudici presenti. Sul fronte delle corse sei le categorie tra maschili e femminili, per un totale di 12 serie Che si sono cimentate sulla classica distanza dei 200 metri piani regno indiscusso del campione pugliese. Ci piace qui ricordare che sul mezzo giro di pista Pietro Mennea è stato il primatista mondiale della specialità dal 1979 (Universiadi di Città del Messico) al 1996 con il tempo di 19"72, che costituisce tuttora il record europeo. Il testimone della kermesse viterbese è quindi passato ai marciatori. 2000, 3000 e 5000 metri il frazionamento standard delle gare del Trofeo "Fulvio Villa". Ed ecco quindi in azione i Giudici di Marcia. Specializzazione tra le più impegnative tra quelle previste nel ruolo di Giudice di Gara. Occhio vigile ed equità di giudizio le doti principali richieste. Ciò non toglie che spesso a fine gara ci siano confronti più o meno animati con tecnici ed allenatori. Ma fa parte del ruolo purchè il confronto si mantenga entro i limiti di una civile discussione. Nulla comunque rispetto ai toni esasperati del calcio!  Anche qui un sentito ringraziamento a tutti i colleghi per il loro prezioso impegno e la loro dedizione. Il quadro completo dei risultati su http://www.fidal.it/risultati/2021/REG26370/Index.htm

Il campo sportivo scolastico di Viterbo in una immagine di repertorio

 

 

La partenza del Trofeo dei Falisci. Notare come, correttamente, gli atleti per i primi 500 metri indossino la mascherina